manga on commission
 
Proprio poche settimane dopo il concorso Manga Jiman, che io avevo vinto, Emily mi contattò per chiedermi se fossi interessata a realizzare un fumetto per il suo promesso sposo, patito per i manga, che lei gli avrebbe dato come regalo (inaspettato) il giorno delle nozze.

La prima cosa che ho pensato è stata: “Che carina!”

Risposi alla sua email e così è cominciata la nostra avventura.

Gli steps

1)     L’idea


Prima di tutto, abbiamo dovuto decidere cosa raccontare esattamente nelle pagine che avremmo realizzato.

Grazie ad uno scambio di email, in cui io richiedevo qualche linea guida per sviluppare la storia, abbiamo stabilito che avremmo raccontato della sera in cui Adrian aveva fatto la sua proposta di matrimonio ad Emily.

2)     Foto dei posti in cui i fatti si erano svolti

Io ed Emily ci siamo incontrare per scattare le foto dei posti in cui erano stati la sera famosa: l’edificio della radio, il pub, il ponte di Hammersmith, il giardino e la piccola terrazza dove avevano fatto il loro brindisi per festeggiare

3)     I personaggi

Una volta raccolte le informazioni di base, ho chiesto ad Emily di inviarmi alcune foto dei protagonisti, ovvero Emily e Adrian! E così ho iniziato a disegnare la loro versione manga.

Creati i loro altre ego manga, abbiamo prestato più attenzione ad alcuni dettagli, quali capi di abbigliamento e accessori, per ar sì che tutto richiamasse quella sera speciale.
4)     Il soggetto

Attraverso un lunghissimo scambio di email, durato circa tre mesi, siamo riuscite a definire tutti i dettagli necessari per costruire uno short-manga, di 12 pagine, in cui potesse chiaramente venir fuori la tenera ansia di Adrian nel “proporsi” e la simpatica reazione di Emily alla sua proposta.

Adrian voleva dare ad Emily l’anello nel modo più speciale e romantico possibile e Emily reagì alla sua proposta in una maniera buffa, saltellando qua e la come se fosse ammattita.

Per concordare il soggetto che segue, ci è voluto davvero tanto lavoro:

Quella sera Adrian non aveva pianificato di fare la sua proposta ufficiale. Era già una settimana che si stava portando in giro quell’anello (l’anello della nonna di Emily) aspettando il momento giusto per darlo ad Emily.

Quella sera, quando lasciarono l’edificio della radio, dove entrambi stavano lavorando, sgranocchiarono qualcosa nel loro pub preferito e trascorsero del piacevole tempo insieme e Adrian sentì che quello era il momento giusto! Così, mentre passeggiavano lungo il Tamigi, al tramonto, nel giardino che costeggiava il ponte di Hammersmith, sotto un albero (lo stesso del loro primo appuntamento), lui si inginocchiò e la chiese in moglie.

5)     Lo storyboard

Ho dedicato un po’ di giorni a lavorare sullo storyboard. Non è certo la parte più facile ma di certo una delle più creative, poiché c’è bisogno di trovare la giusta combinazione tra misura delle vignette, inquadrature, posizione e forma dei ballons e le espressioni del viso dei personaggi. 


6)     Disegnare, inchiostrare, inserire i retini

Vignetta per vignetta, disegnando prima quelle che avevo più chiare nella mente, ho disegnato le varie tavole di fumetto, le ho inchiostrate e alla fine vi ho aggiunto i retini (ovvero, le tonalità di grigio)al computer.

7)     La stampa

Per stampare il “nostro” manga di siamo rivolti ad una tipografia che stampa spesso fumetti e Emily ne ha ordinato il numero di copie che le necessitavano (naturalmente, alcune erano per me!)

Risultato finale

Emily è stata davvero molto soddisfatta del “prodotto” che ha ricevuto e infatti, mi ha anche invitato al suo matrimonio – dove ho consegnato il manga, all’ignaro ma felicemente sorpreso Adrian.

 





Leave a Reply.


manga on commission